Pinocchio diario scolastico
Fondazione Nazionale Carlo Collodi

Il diario affronta le problematiche di un uso intelligente dell’energia e le presenta ai bambini attraverso le nuove storie di Pinocchio in chiave moderna.

Nel secondo diario Pinocchio risparmia l’energia, riscopriamo che la morale della fiaba, la sua vera lezione di vita, sgorga in tutta la sua forza solo alla fine del libro.
Alla ricerca di Geppetto, dopo tante peripezie, Pinocchio finisce nella gola del pesce-cane e ritrova il padre vecchio e vinto. Il genitore ha vissuto due anni nella pancia del pesce con le provviste che il bestione aveva “inghiottito tutto in un boccone” ma che ora sono agli sgoccioli. La candela accesa è l’ultima rimasta tanto da fargli dire “dopo rimarremo tutti e due al buio”. A questo punto comincia un’altra storia, la nostra storia.
Pinocchio è giovane e deciso a sopravvivere -“allora babbino mio non c’è tempo da perdere”- e si caricherà sulle spalle suo padre portandolo sano e salvo fino alla spiaggia.

I NUMERI DEL PROGETTO

Alunni: in totale n. 14.000
n. 45 Comuni le cui Scuole hanno adottato il progetto:
Emilia Romagna n. 24
Toscana n. 10
Abruzzo n. 9
Campania n. 2
per complessivi n. 305.439 abitanti (Istat 2012)

campo-dei-miracolipinocchio-albero
Share on Google+Tweet about this on TwitterShare on Facebook